Tra la Serenissima e Milano

Legata a lungo a Milano sia nel religioso che nel civile, dal 1428 a fine 1700 la valle si è trovata divisa in due: da una parte la Repubblica Serenissima di San Marco (Taleggio) dall’altra Milano con i Visconti, gli Sforza, gli Spagnoli e gli Austriaci (Vedeseta).

L’unità, sotto Bergamo, verrà ritrovata dal periodo napoleonico in poi. La duplice anima, bergamasca e milanese (le parrocchie conservano ancora oggi il rito Ambrosiano), le frizioni, i contrasti che non sono mancati, oltre a rappresentare spesso uno stimolo e una ricchezza non hanno mai nascosto la sostanziale unità economica, sociale e culturale della sua gente che ha tratto dai boschi, dai prati e dai pascoli della valle le risorse principali per affrontare, non senza espressioni di notevole originalità, la propria avventura nella storia.